integratori di

Integratore alimentare: tutto ciò che devi sapere

Integratore alimentare , qualsiasi vitamina , minerale , prodotto a base di erbe o altro preparato ingeribile che viene aggiunto alla dieta a beneficio della salute .

Gli integratori alimentari sono utilizzati in tutto il mondo e rappresentano un’ampia categoria di prodotti ingeribili che si distinguono dagli alimenti e dai farmaci convenzionali . Nel Stati Uniti , gli integratori alimentari sono definiti come prodotti (diversi dal tabacco ) destinati a integrare la dieta che contengono almeno uno dei seguenti ingredienti: vitamina, minerale, erba o botanica (compresi estratti di erbe o vegetali), aminoacidi , metaboliti, o qualsiasi loro combinazione. In breve, prodotti come multivitaminici, compresse di aglio , capsule di olio di pesce , probiotici, aiuti naturali per la perdita di peso e alcuni tipi di bevande energetiche sono esempi di integratori alimentari.

A cosa serve gli integratori alimentari?

integratori alimentari devono essere etichettati come tali e devono essere destinati esclusivamente alla somministrazione orale, sotto forma di compresse, capsule, polveri o liquidi. Inoltre, gli integratori alimentari non devono includere composti chimici che sono stati approvati come farmaci o autorizzati come biologici, a meno che il composto non sia stato precedentemente commercializzato come integratori alimentari o alimento. Gli integratori sono spesso venduti insieme ai farmaci da banco convenzionali nei punti vendita. Sebbene gli integratori alimentari non siano destinati a trattare, curare, mitigare o prevenire alcuna malattia , molti consumatori spesso li vedono come sostituti dei farmaci convenzionali.

Più del 50% della popolazione degli Stati Uniti utilizza regolarmente qualche tipo di integratori. I sondaggi sull’utilizzo di integratori in altri paesi indicano che tra il 40 e il 60% degli intervistati asiatici utilizza integratori alimentari e circa il 30% dei consumatori in Europa e America Latina dichiara di utilizzare regolarmente questi prodotti.

Regolamento e classificazione degli integratori alimentari

La regolamentazione degli integratori alimentari varia ampiamente da paese a paese. Negli Stati Uniti, la regolamentazione degli integratori è stata delineata nel Dietary Supplement Health and Education Act (DSHEA) del 1994. Come risultato del DSHEA, gli Stati Uniti La Food and Drug Administration (FDA) ha regolamentato gli integratori alimentari come alimenti, non come farmaci; tuttavia, sono regolamentati in modo diverso dagli alimenti convenzionali. Anche se gli ingredienti degli integratori possono presentare benefici per la salute o effetti collaterali indesiderati occasionali, essi, a differenza dei farmaci, non vengono valutati per la sicurezza o l’efficacia prima della loro immissione sul mercato.

Una volta che un integratore alimentare è stato commercializzato, è responsabilità della FDA dimostrare che il prodotto non è sicuro al fine di limitarne l’uso o rimuoverlo dal mercato. La FDA ha fatto affidamento su un programma MedWatch, attraverso il quale gli operatori sanitari hanno segnalato eventi avversi verificatisi con integratori. I consumatori, d’altra parte, avrebbero dovuto segnalare sospetti eventi avversi correlati agli integratori direttamente alla FDA. In altri paesi, tuttavia, alcuni integratori alimentari, in particolare formulazioni botaniche e farmaci erano regolamentati in modo simile e solo quegli integratori che si erano dimostrati sicuri venivano venduti senza prescrizione medica.

La classificazione di un prodotto come integratore multivitaminici dipende dalla sua destinazione d’uso, i cui dettagli possono talvolta essere derivati ​​dalle informazioni sull’etichetta del prodotto. Le etichette sugli integratori alimentari servono anche come meccanismo attraverso il quale i produttori possono fare affermazioni sui loro prodotti. Tali affermazioni generalmente rientrano in una delle tre categorie: relative alla salute, nutrienti relativi al contenuto o alla struttura/funzione. Le affermazioni relative alla salute in genere si concentrano su affermazioni sulla capacità di particolari ingredienti negli integratori di ridurre il rischio di determinate malattie o condizioni. Le affermazioni associate al contenuto di nutrienti generalmente riguardano quantità relative di nutrienti o altri ingredienti.

Le dichiarazioni di struttura/funzione descrivono gli effetti dei prodotti sul corpo; tuttavia, i produttori non sono autorizzati a fare affermazioni sugli effetti dei loro prodotti su malattie specifiche. Ad esempio, un’indicazione sulla struttura/funzione degli integratori di calcio può dire che sono “per il mantenimento della salute delle ossa “, ma non può dire che sono “intesi a curare l’osteoporosi.” Le etichette dei supplementi con dichiarazioni di struttura/funzione devono includere il disclaimer “Questa dichiarazione non è stata valutata dalla FDA. Questo prodotto non ha lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia”.

In altri paesi, la definizione di integratore alimentare può essere o meno inclusiva come quella adottata negli Stati Uniti. In Australia e Canada , integratori e farmaci sono regolamentati in modo simile e solo gli ingredienti ritenuti accettabili dalla Therapeutic Goods Administration of Australia o dalla Natural Health Products Directorate of Canada possono essere venduti come integratori alimentari. Nell’Unione Europea , la regolamentazione degli integratori spesso segue caso per caso, a seconda del singolo paese e delle prove di sicurezza disponibili per l’ingrediente. In Cina e Giappone , i botanici hanno una lunga storia di utilizzo come medicine tradizionali. Nonostante ciò, in Cina in particolare, le normative in materia di integratori sono relativamente rigide.

Efficacia, sicurezza e qualità degli integratori alimentari

Integratore alimentare: tutto ciò che devi sapere.

Il fatto che gli integratori alimentari forniscano benefici per la salute misurabili è stato a lungo un argomento di dibattito scientifico. Di conseguenza, il pubblico in generale riceve spesso segnali contrastanti dall’industria degli integratori e dalla comunità scientifica sull’efficacia degli integratori alimentari. 

Un corpo significativo di prove scientifiche supporta chiaramente il ruolo di vitamine e minerali per mantenere una buona salute, tuttavia gli studi hanno messo in discussione la sicurezza e l’efficacia dell’uso prolungato di alcune vitamine, in particolare la vitamina E. La vitamina D , d’altra parte, ha guadagnato popolarità come “vitamina miracolosa” che può svolgere un ruolo nella prevenzione di una varietà di malattie croniche. La conferma delle indicazioni sulla salute per la maggior parte degli integratori alimentari botanici, tuttavia, rimane meno convincente.

L’incoerenza nell’efficacia degli integratori alimentari può spesso essere ricondotta alla variabilità della qualità del prodotto. Molti integratori alimentari potrebbero non contenere la quantità esatta di ingredienti specifici dichiarati sull’etichetta. In rare occasioni, gli integratori alimentari possono essere adulterati con prescrizione medica medicinali o contaminati da metalli pesanti o microbi patogeni. I sondaggi hanno indicato che almeno il 15% degli integratori sportivi nutrizionali può essere adulterato con prodotti di droghe sintetiche . In tali casi, la sicurezza degli integratori alimentari è compromessa. Ci si aspettava che l’implementazione delle attuali buone pratiche di fabbricazione (cGMP) per l’industria degli integratori alimentari negli Stati Uniti aiutasse a risolvere alcuni di questi problemi.

Gli integratori sono tutte le sostanze che assumi per migliorare la tua salute o benessere. Questo include vitamine, minerali ed erbe. La forma più comune è una pillola o capsula. Puoi anche ottenerli in polvere, bevande e alimenti. Questi integratori non hanno lo scopo di curare malattie o condizioni di salute. Un’eccezione è se la Food and Drug Administration (FDA) statunitense lo ha approvato per un’indicazione sulla salute.

Percorso per una salute migliore

Integratore alimentare: Percorso per una salute migliore.

Vitamine e minerali sono conosciuti come micronutrienti. Aiutano a nutrire il tuo corpo e a mantenerti in salute. Puoi ottenerli mangiando una varietà di cibi nella tua dieta quotidiana. Ciò garantisce che il tuo corpo sia in grado di assorbirli correttamente.

Dovresti provare a mangiare una  varietà di cibi sani , come frutta, verdura, carni magre e pesce. In caso contrario, potresti non ottenere tutti i micronutrienti di cui il tuo corpo ha bisogno. L’assunzione di un integratore alimentare multivitaminico può aiutare. Non ci sono prove che aiutino a ridurre il rischio di cancro o malattie cardiache.

Le persone che possono trarre beneficio dai multivitaminici includono:

  • Donne in gravidanza o che stanno cercando di rimanere incinta.
  • Donne che allattano.
  • Donne che hanno periodi mestruali abbondanti.
  • Donne in menopausa.
  • Persone che non mangiano prodotti animali. Questo include vegetariani e vegani.
  • Persone che hanno subito un intervento chirurgico di bypass gastrico per la perdita di peso.
  • Persone che hanno malattie dello stomaco, del fegato, del pancreas o della cistifellea.
  • Persone che hanno problemi di salute dell’apparato digerente. Ciò include malattie gastrointestinali, intolleranza al lattosio o allergie alimentari.

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), gli americani adulti potrebbero non assumere abbastanza dei seguenti micronutrienti.

NutrienteImporto giornaliero consigliato (RDA)
Calcio1.000 milligrammi (mg) per uomini e donne tra i 31 e i 50 anni
1.200 mg per le donne sopra i 50 anni
1.000 mg per gli uomini tra i 51 e i 70 anni
1.200 mg per gli uomini di età superiore ai 70 anni
Fibra25 grammi (g) per le donne
38 g per gli uomini
Acido folico/folato400 microgrammi (mcg)
Ferro da stiro8 mg per gli uomini
18 mg per le donne 19-50 anni
8 mg per le donne di età superiore a 51 anni
Magnesio320 mg per le donne di età superiore ai 50 anni
420 mg per gli uomini di età superiore ai 50 anni
Potassio4.700 mg per uomini e donne di età superiore ai 50 anni
Vitamina A2.310 unità internazionali (UI) per le donne
3.000 UI per gli uomini
Vitamina B122,4 mcg
Vitamina C75 mg per le donne
90 mg per gli uomini
Vitamina D600 UI
800 UI per uomini e donne sopra i 70 anni
Vitamina E15 mg

Sono disponibili centinaia di altri supplementi. Promettono di trattare una serie di sintomi. Tuttavia, spesso mancano prove a sostegno di queste affermazioni. Alcune delle erbe più popolari includono:

  • solfato di condroitina
  • coenzima Q10 (CoQ10)
  • enzimi digestivi
  • echinacea
  • aglio
  • ginkgo biloba
  • ginseng
  • glucosamina
  • kava
  • melatonina
  • fitoestrogeni, come cohosh nero, dong quai e soia
  • probiotici
  • vide palmetto
  • erba di Giovanni

Si rivolga al medico prima di iniziare a prendere un integratore. Lui o lei può dirti i benefici e i rischi di ogni integratore. Assicurati che lui o lei sappia di tutto ciò che già prendi. Ciò include tutti i medicinali, sia da prescrizione che da banco. Questo perché alcuni medicinali e integratori possono reagire in modo negativo. Leggi l’elenco degli ingredienti sugli integratori per assicurarti di sapere cos’altro contiene. Non prenda più del dosaggio raccomandato sull’etichetta, a meno che il medico non lo approvi.

Cose da considerare

Integratori alimentari: Cose da considerare.

Parla con il tuo medico se pensi di non assumere abbastanza vitamine e minerali nella tua dieta. Lui o lei può aiutarti a decidere di quali micronutrienti hai bisogno. Il medico può anche raccomandare un integratore alimentare. Questo dipenderà dalla tua salute generale e dal tuo stile di vita. Gli integratori possono causare problemi con trattamenti contro il cancro o interventi chirurgici. Il medico saprà se interagiscono con qualsiasi condizione di salute che hai.

Ad esempio, gli alimenti ricchi di vitamina E e beta-carotene sono salutari. Tuttavia, la US Preventive Services Task Force (USPSTF) e l’American Academy of Family Physicians (AAFP) raccomandano di non assumere vitamina E o beta-carotene per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e del cancro. Anche le persone che fumano o sono a rischio di cancro ai polmoni dovrebbero evitare il beta-carotene. Può aumentare il rischio di cancro ai polmoni.

Le aziende farmaceutiche seguono le normative della FDA. Alcuni produttori di integratori alimentari seguono gli standard di qualità della Convenzione farmacopea statunitense (USP). Ciò significa che si offrono volontari per testare i loro prodotti. Un’azienda esterna ne verificherà la qualità e la purezza prima che vengano vendute. Questi supplementi mostrano credenziali aggiuntive sulle etichette. Cerca che dicano “USP Verified” o “ConsumerLab.com Approved Quality”.

Gli integratori alimentari generalmente sono sicuri fintanto che non vengono utilizzati in quantità eccessive. Ciò è particolarmente vero per le vitamine liposolubili A ed E. Controllare la dose giornaliera raccomandata (RDA) sull’etichetta. Prendere troppo può causare effetti collaterali indesiderati o dannosi.

Tuttavia, alcuni integratori a base di erbe potrebbero non essere sicuri. Potrebbero contenere ingredienti non elencati che ti fanno ammalare. I farmaci che non sono elencati sull’etichetta possono includere steroidi o estrogeni. I prodotti possono anche contenere sostanze tossiche o velenose. Gli esempi includono arsenico, mercurio, piombo e pesticidi. Gli integratori devono essere richiamati se si scopre che contengono ingredienti tossici.

Domande per il tuo medico

  • Gli integratori alimentari sono sicuri?
  • Gli integratori alimentari “naturali” sono più sicuri?
  • Come faccio a sapere se ho bisogno di un integratore alimentare?
  • Quali integratori alimentari potrebbero essere utili per me?
  • Come faccio a sapere quale dosaggio dovrei prendere?
  • Con quale frequenza dovrei assumere un integratore alimentare?
  • Una vitamina è considerata un integratore alimentare?
  • Gli integratori alimentari possono interagire con il cibo o i medicinali che sto assumendo?
  • Gli integratori alimentari possono causare effetti collaterali?
  • Gli integratori alimentari che prendo possono interferire con i risultati di laboratorio?
  • C’è qualcuno che dovrebbe evitare di assumere integratori alimentari?
  • Ci sono così tanti integratori alimentari disponibili presso il negozio. Come faccio a scegliere quello giusto per me?
  • Posso assumere integratori alimentari in caso di gravidanza o allattamento?
  • Quali tipi di integratori possono assumere i bambini?

Risorse

Queste informazioni forniscono una panoramica generale e potrebbero non essere applicabili a tutti. Parlate con il vostro medico di famiglia per scoprire se queste informazioni si applicano a voi e per ottenere maggiori informazioni su questo argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *